“Come vivi senza bidet? mi chiedono sempre in Italia”

Questo è un articolo inviato da un ospite, non riflette necessariamente le nostre opinioni.

Da quanto tempo sei in UK e come ti trovi?
Quasi 12 anni e abito nel Surrey
Che tipo di lavoro fai e come l’hai trovato?
Lavoro solo part-time tre mattine alla settimana in un negozio qua vicino a casa, ho due bambine e la carriera non e’ la mia maggiore priorita’ per il momento

Il tempo anche se non piove cosi tanto e non c’e’ quasi mai nebbia come molti credono in Italia ma la maggioranza dei giorni sono nuvolosi variabili e per la prima volta in vita mia ho un giardino e non posso prendere il sole molto spesso!

Altra cosa negativa è il costo della vita, ma di quello si lamentano tutti, in Italia quando vado e non sto dicendo niente di nuovo, ok la mancanza di bidet e di miscelatore, lo so che per molti sono questioni di vita e di morte, come vivi senza bidet? mi chiedono sempre in Italia

Foto: © Copyright Dr Neil Clifton and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.
E quali sono i lati positivi?
Viviamo in un posto tranquillo dove la gente si saluta, le bambine possono giocare fuori, ci sono tante attività e tanta partecipazione collettiva, in Italia ognuno faceva le proprie cose .

Anche alla scuola i genitori possono andare e organizzare  cose per i bambini quando andavo io a scuola facevano solo le riunioni e finiva tutto li

Se dovessi rifare tutto verresti ancora a Londra/UK?
Si, ho fatto famiglia
Ritorneresti in Italia?
Non credo proprio, oltre al trauma di spostare una famiglia, non vedo proprio il vantaggio
Che consigli daresti a chi sta pensando di trasferirsi a Londra/UK?
Non saprei non sono nel mondo londinese del cerco lavoro e casa da molti anni, leggo i giornali e sono consapevole che manca il lavoro e ci sono tanti problemi e immagino che per un italiano appena arrivato debba essere molto molto difficile ora, non solo trovare lavoro ma trovare un lavoro non da immigrato = il lavoro che nessuno del posto farebbe manco morto  e non era molto facile nemmeno 12 anni fa

Cerchiamo di dare la parola a tutti e pubblichiamo anche esperienze completamente diverse dalle nostre. Queste testimonianze riflettono solo l’esperienza ed opinione di chi l’ha scritta Se vuoi anche tu aggiungere la tua testimonianza puoi farlo compilando il modulo qui sotto. Ci riserviamo il diritto di non pubblicare testimonianze. Se decidi di condividere la tua esperienza puoi anche scegliere di inviare una tua foto che sarà pubblicata nel tuo articolo, troverai il modulino per caricare la tua foto qui sotto. Inviando il modulo qui sotto acconsenti a pubblicare la tua testimonianza su questo sito

[wordpress_file_upload]

close

🕶 Rilassati!

Iscriviti per ricevere le nostre ultime notizie direttamente nella tua casella di posta.

Non ti invieremo mai spam né condivideremo il tuo indirizzo email.
Scopri di più nella nostra Informativa sulla privacy.

Commenta

Partecipa anche tu!

Col tuo nome vero o anonimo, dal PC o dal cellulare, racconta la tua esperienza o condividi ciò che hai fatto.
- Unknow (6)
Matteo scrive che trasferirsi a Londra non è così difficile
Untitled design (10)
Andrea afferma che non esiste crisi COVID-19 in Gran Bretagna
Palace of Westminster
L'assenza di un parlamento inglese una delle cause della Brexit
- Unknow (3)
Alex è un musicista italiano in Inghilterra e racconta la sua esperienza
un'italiana a Londra
"Un'esperienza per riconoscere di cosa si è capaci e non"
- Unknow (2)
Esperienza di un direttore italiano di boutique di lusso a Londra
filetti all'uva nera
FILETTI ALL'UVA NERA per gli italiani nel Regno Unito
manager a londra
Luciana a Londra dal 2010 dice che non esiste discriminazione
a voi la parola
'La Ryanair mi ha appena cancellato il volo da Londra'
Transiti1
Transiti, una start up per gli italiani residenti all'estero
Torna su