Abbiamo un’altra lista di consigli offerti da lettori che rispondono alla domanda “In base alla tua esperienza, consiglieresti ad altri di venire a Londra/UK e perche’?”

Se cerchi un lavoro a Londra, visita anche la nostra sezione dedicata al lavoro.

Le risposte sono spesso interessanti anche se non sempre quelle che tanti vorrebbero leggere.

  • Sì,  ma solo se amano davvero questo modo di vivere, parlano almeno un po’ di inglese e hanno voglia di lavorare
  • Londra non è quella di una volta ma gli italiani non si sono ancora aggiornati e vengono ancora come un fiume in piena. Se non avete una professione che paga bei soldi, non venite ad aumentare il numero di immigrati spiantati a Londra e molti di loro  sono purtroppo italiani, lo dico con tutto il cuore, mi spiace vedere quanto lavorano tanti italiani per pochi soldi e zero futuro
  • Mi sembra scontato che bisogna avere la conoscenza della lingua ma secondo me, cercate in tutti i modi di fare dell’esperienza, completate corsi nel vostro settore, ce ne sono tanti anche gratuiti o economici sul web, cercateli e impegnatevi. A Londra valorizzano chi si impegna e ha le idee chiare, non vuol dire lavorare tanto con i muscoli ma avere conoscenza, iniziativa e dimostrare passione per un determinato argomento. In poche parole create la vostra immagine professionale prima di parcurriculumtire.
  • Partite con un curriculum vitae fatto rigorosamente come lo vogliono qui, fatene uno per ogni tipo di lavoro e lavorate tanto sulla lettera d’accompagnamento. Contattate agenzie del recruitment, alcune sono veramente buone e aiutano tanto. Portatevi anche i soldi per un anticipo e caparra d’affitto, senza potete solo affittare illegalmente e non conviene a voi
  • Subito, subito. soprattutto se non giovanissimi e scartati dal mondo del lavoro italiano. A Londra esiste solo meritocrazia a qualsiasi età senza mai discriminare. Più lavori e più meriti e più meriti e più guadagni. Se state ancora soffrendo in Italia, sappiate che potete trovare un mondo migliore.
  • non capisco che stanno ancora a fare in Italia, a Londra la qualita di vita e’ 1000 volte meglio dell’Italia non solo in senso materiale ma si respira un’aria migliore
  • Non si deve pensare che Londra sia la soluzione ai propri problemi. Londra è spietata e crudele e peggiorerà i problemi. Si deve arrivare con ottima preparazione, faccia tosta e un po’ di arroganza per riuscire a gestire la situazione lavorativa. Lasciate la timidezza e l’umiltà a casa, dovrete essere ambiziosi e credere in voi stessi per avanzare. Chi non avanza a Londra é perduto coi costi che ci sono.
  • Sapere l’inglese è il minimo, avere soldi per mantenersi almeno 3 mesi e non dover appoggiarsi a cose illegali, fare un curriculum vitae bene e informarsi bene prima di partire
  • Senza esperienza pregressa di rilievo si finisce quasi sempre a lavorare nei ristoranti. Mio zio ha un ristorante in Italia potrei lavorarci ma sono venuto a Londra per fare l’architetto ma vedo che a Londra è quasi impossibile cominciare da zero in determinati campi
  • In genere si ma col mio lavoro posso testimoniare che la stragrande maggioranza di italiani che arriva ora non è all’altezza. Credono di sapere tutto ma non hanno la professionalità richiesta, sono strafotenti e in alcuni casi anche maleducati.  In Italia mancano le opportunità ma stanno venendo fuori generazioni di italiani viziati a cui sembra sia tutto dovuto. 
  • conviene cercare lavoro dall’Italia, ci sono ottime opportunità per i laureati italiani ma bisogna andarle a cercare. Occorre massima preparazione e mai e poi mai partire allo sbaraglio. Cercate anche di non perdere tempo, laureatevi velocemente se volete una carriera internazionale.
  • per chi vuole lavorare non ci sono problemi ma anche chi non si accontenta solo di lavorare troverà sicuramente di meglio. Invece di deprimersi in Italia, meglio provare a Londra secondo me. [one_half]

    [/one_half]Dovranno lavorare e fare sacrifici ma i risultati arriveranno, in Italia purtroppo anche se bravi non avranno nulla senza una raccomandazione

  • Londra è una città che ti offre tantissimo, ti fa sognare ad occhi aperti e rende soprattutto i tuoi sogni veri. Se abiti a Londra puoi avere tutto quello che ti serve. Non ti annoi mai, ogni giorno hai sempre qualcosa di diverso da fare. E cosa molto importante, a Londra vince la meritocrazia. Nella mia famiglia non ho nessuno che è manager di un’azienda o direttore di qualcosa, a Londra grazie solo alle mie forze, posso finalmente diventare manager.
  • A Londra si vedono risultati solo coi sacrifici. Ci sono italiani a Londra che hanno paura del lavoro e si lamentano sempre, siamo immigrati e dobbiamo fare di tutto per meritarci il rispetto. lavorare tanto senza lamentarsi e’ il modo migliore per proggredire a Londra
  • Devi venire con un buon inglese o non venire affatto, prendi il primo lavoro che trovi e pigliati una stanza da solo, evita la zona 1 e parte della 2 e trovi cose accettabili…se non riesci a pagare tutto l’affitto chiedi l’housing benefit ma non condividere stanze con altri…devi avere il tuo spazio e dormire la notte… vedo quanto stanno stressati questi che condividono a volte anche sono anche in 4, non hanno mai un minuto x loro
  • Decisamente, ma non venite a mani vuote. Se siete laureati e non sapete l’inglese bene, non venite. Butterete solo via la laurea.
  • Preparazione, preparazione, preparazione. Ho visto moltissimi stranieri arrivare pensado di trovare El Dorado (in due settimane!) e senza la minima conoscenza del sistema lavorativo brittanico – nessuna idea di cosa fosse un NIN, dove o come cercare lavoro e ZERO inglese. Ricercate in anticipo cosa fare per lavorare qui e sbrigate tutte le pratiche appena sbarcati. Direi che un bel gruzzolo nel conto in banca cosi’ da poter viver per almeno sei mesi senza lavorare sia necessario (€5,000 minimo); cosi’ come un ottimo inglese (o voglia davvero di impararlo!) e tanta tanta pazienza – sia nel cercare lavoro che alloggio. Ricordate che il primo anno in un nuovo ambiente sara’ difficile per vari motivi, ma poi la via e’ in discesa. Buon viaggio e buona fortuna a tutti coloro che decidono di trasferirsi qui!
  • Cercare di fare subito il number, ci mettono tanto a dare appuntamenti. Andare rilassati al colloquio, fanno 23000 domande. Provare la banca Lloyds che non fa storie e cercate lavoro col sito Caterer, rispondono quasi tutti e in una settimana avevo una decina di colloqui

Avete visto le nostre ultime offerte di lavoro?

 

Commenta