wadebridge-in-cornovaglia-–-the-london-link

Wadebridge in Cornovaglia

Non solo Wadebridge è una delle città mercato più importanti della Cornovaglia settentrionale, ma è anche la porta d’accesso al Camel Trail ed è conosciuta in lungo e in largo per la qualità dei suoi prodotti artigianali. Il Camel Trail è un percorso di 140 miglia che collega Wadebridge alla costa settentrionale. Si pensa che il nome Wadebridge derivi dalla parola celtica “dubroc”, che significa attraversamento di un fiume.

Prima della costruzione del ponte, questa è una delle prime menzioni documentate della città di Wadebridge. Egloshayle e St. Breock erano le parrocchie responsabili della città durante questo periodo di tempo. Si trovavano sulle rive opposte del fiume Camel. Il Wadebridge Town Bridge attraversa il fiume Camel, collegando Wadebridge sulla sponda orientale a Egloshayle sulla sponda occidentale. Il ponte attraversa anche due strade secondarie, una delle quali conduce alla cappella di St. Breock sul lato meridionale del fiume ad angolo rispetto a Egloshayle.

La cappella di San Michele si trovava sul lato ovest, mentre la cappella del re si trovava sul lato est dell’edificio. Dopo aver attraversato il ponte senza incidenti, i viaggiatori di entrambe le parti hanno espresso la loro gratitudine.

Nel secolo successivo si verificò un significativo avanzamento. Si ritiene che il ponte, costruito dal reverendo Lovibond nel 1460 e caratterizzato da 17 archi lungo i suoi 320 piedi di lunghezza, abbia avuto un impatto significativo sullo stile di vita della città. Tuttavia, sembra più probabile che il suggerimento che il ponte sia stato “costruito sulla lana” significhi che il denaro utilizzato per la sua costruzione provenisse dalla ricchezza del commercio della lana.

La leggenda metropolitana sostiene che sia stato costruito su sacchi o balle di lana, ma sembra più probabile che questa ipotesi si riferisca alla ricchezza del commercio della lana. Poiché il ponte era di tale importanza critica, Oliver Cromwell guidò una forza di 1.500 soldati per impossessarsene nell’anno 1646.

L’arteria principale che collega le due parrocchie storiche del paese è ancora oggi attraversata dal ponte. Queste due parrocchie hanno chiese che possono essere visitate anche in epoca moderna: la chiesa parrocchiale di St. Breock fu costruita nel XIII secolo e si trova in una bellissima valle boscosa conosciuta come Nancient (che deriva il suo nome dalla parola della Cornovaglia per “pozzo santo” ).

Dall’altra parte del fiume rispetto alla città principale c’è la chiesa parrocchiale di St. Petroc, a Egloshayle, che era la chiesa al centro del ministero del reverendo Lovibond e alla quale donò i soldi per costruire un’imponente torre di 80 piedi. St. Breock Downs si trova a sud-sud-ovest della città di St. Breock.

Il vecchio monolito di St Breock Downs (English Heritage) è una splendida pietra eretta dell’età del bronzo che un tempo era alta 16 piedi e oggi pesa almeno 16,5 tonnellate, rendendola la più pesante del paese. Si trova al centro di questo terreno esposto. In alcuni circoli è chiamata anche men gurta (la pietra dell’attesa).

Sulle colline si possono trovare anche altre rovine preistoriche, come le Nine Maidens, che sono una fila di nove pietre che risalgono all’età del bronzo. Il Centro John Betjeman, dedicato alla vita e all’opera dell’amato Poeta Laureato, si trova ora nell’edificio che un tempo fungeva da stazione ferroviaria della città. La struttura principale era una volta la stazione di Old Wadebridge, che è stata utilizzata sia dalla Great Western Railway che dalla Southern Railway in tempi diversi.

Dopo anni di abbandono, la struttura fu finalmente riproposta come centro ricreativo diurno nel gennaio 1967, esattamente un mese dopo la partenza dell’ultimo treno passeggeri da Wadebridge a Bodmin. Ha aperto i battenti per la prima volta nel 1988 e nel 1991 è stata costruita una seconda struttura. Gli effetti personali dell’autore, le prime versioni dei suoi scritti pubblicati, i trofei e i premi ricevuti nella sua carriera accademica e i mobili sono tutti esposti nella Sala dei Memorabilia.

Nonostante la linea ferroviaria, aperta per la prima volta nel 1899 e chiusa negli anni ’60, una parte del binario è stata utilizzata per la costruzione dell’eccellente Camel Trail. A est di Wadebridge, la passeggiata sale ai piedi di Bodmin Moor, mentre a ovest di Wadebridge, il sentiero segue il fiume Camel fino a Padstow attraverso un’area ricca di fauna selvatica, in particolare uccelli trampolieri come gli aironi.

 
(Visited 39 times, 1 visits today)

Rispondi