walton on thames

Walton-on-Thames, forse il guado di Giulio Cesare

Lungo il Tamigi, nell’estrema periferia sud ovest di Londra si trova Walton-on-Thames che però si trova nel Surrey e non nella Greater London. Ora è un posto residenziale per la classe media, con molti che lavorano nel centro di Londra. Ci sono quattro treni all’ora per stazione di Waterloo.

Questo sobborgo di Londra ha una storia sorprendentemente lunga e varia, Walton dice di essere il posto in cui Giulio Cesare guadò il Tamigi durante la sua seconda invasione della Gran Bretagna. Non ci sono prove concrete che questo si vero, ma sappiamo con certezza che c’era un insediamento qui durante il periodo sassone. Walton appare come Waletona nel Domesday Book quando la città è stata registrata come dotata di una chiesa, una pescheria e due mulini.

walton-on-thamesNel 1516, Enrico VIII concesse ai residenti di Walton due fiere all’anno, che continuarono fino al 1878. Nel 1538, Walton, insieme alle comunità circostanti, fu incorporata nella Royal Chase of Hampton Court di Enrico VIII, che era una riserva di caccia reale privata.

Foto: © Copyright Jim Osley and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Il problema per gli abitanti di Walton era che non potevano coltivare terre destinate ad essere parte delle riserva di caccia, ma non erano nemmeno autorizzati a cacciare. Per fortuna quando il re morì, l’accordo cambiò e gli abitanti di Walton furono nuovamente in grado di mangiare.

Nel 1750 fu costruito il primo ponte che era in legno e a pedaggio, nel 1864 fu costruito un ponte in ferro.

Walton ha una chiesa normanna con arte interessante con una torre quadrata in selce, sorretta da un contrafforte ottocentesco in mattoni, presenta un anello funzionante di otto campane, la più antica recante la data 1606. Inoltre si trova e una casa imponente chiamata Manor Road che risale al periodo .

Rispondi

Torna su