Winchcombe nel Gloucestershire, un posto quasi magico di pellegrinaggio

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Se vi capita di passare per questa zona potete visitare Winchcombe nello Gloucestershire, una deliziosa cittadina che era la capitale sassone di Mercia.

Nel medioevo prosperò quando i pellegrini passavano di qui per visitare il santuario di San Kenelm a Winchcombe Abbey che era stato martirizzato qui dalla sua gelosa sorella nel 700. Il suo santuario era secondo solo a quello di Thomas a Becket a Canterbury come meta per i pellegrini, anche se praticamente dimenticato ora (mentre tutti ancora ricordano Thomas a Becket), allora era molto importante.

Foot: © Copyright Andrew Hill and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Winchcombe crebbe in importanza in una città fortificata con un abate che aveva un ruolo anche politico. L’abbazia di Winchcombe fu distrutta nel 1539 dopo la dissoluzione dei monasteri e tutto ciò che rimane oggi è una sezione di una galleria che fa parte del George Inn. Non molto insomma. 

Oltre ai pellegrini, l’abbazia ha dato vita a un fiorente commercio di lana e pecore, furono anche prodotti seta e carta e per alcuni decenni il tabacco fu coltivato sul posto. Questa attività cessò nel 1670 quando fu approvata una legge che vietava il tabacco prodotto in Inghilterra che invece doveva per forza essere importato dalla Virginia, che allora era una colonia con grossi problemi economici.

© Copyright Graham Horn and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Appena fuori Winchcombe verso nord si trovano le rovine dell’abbazia di Hailes, fondata nel 1246 da Richard, conte di Cornovaglia. Richard, preso in una tempesta in mare, giurò che avrebbe fondato una casa religiosa se fosse sopravvissuto, e nel 1245 suo fratello Enrico III gli diede il maniero di Ave per farlo. Le rovine possono essere visitate e sono a modo loro suggestive. Alcuni dei numerosi reperti trovati nel sito, tra cui sculture medievali e piastrelle decorate, sono esposti nel museo dell’abbazia. 

L’abbazia su una scala così ambiziosa che i monaci cistercensi furono costretti a mantenerlo, ma dopo che il figlio di Richard, Edmund, donò una fiala che si dice contenesse il sangue di Cristo (in seguito si rivelò essere un falso) l’abbazia divenne presto un importante luogo di pellegrinaggio e fu persino menzionata in The Canterbury Tales di Chaucer.

La chiusura dell’abbazia nel 1539 causò un grande danno economico alla città: i pellegrini erano infatti importanti per il commercio e molti mercanti si trovarono senza clienti e lavoro. 

© Copyright Paul Harrop and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

La distruzione delle abbazie  ebbe l’effetto di fermare lo sviluppo della città e i profitti fatti con il pellegrinaggio, così molti dei vecchi edifici sono sopravvissuti in gran parte inalterati. Questi includono St Peter’s Church, costruita nel 1460 e nota in particolare per i suoi 40 grotteschi doccioni, che vengono chiamati Winchcombe Worthies.

Se siete interessati alla storia di questa cittadina potete visitare Winchcombe Folk & Police Museum, che si trova nel municipio in stile Tudor.  Questo museo racconta la storia della città dal neolitico fino ai giorni nostri e se questo non bastasse conserva anche una collezione di divise e attrezzature della polizia britannica e di altre parti del mondo.

Purtroppo il bel Winchcombe Railway Museum che era una vera mecca per gli amanti delle ferrovie non esiste più, ha dovuto chiudere perché i proprietari erano troppo anziani per continuarlo. 

Winchcombe Pottery è stata fondata nel 1926 sul sito di una vecchia ceramica di campagna risalente agli inizi del 1800. I pezzi sono stati sparati in un forno per bottiglie, che è ancora in piedi ma non è ora utilizzato. Potete visitarla e se aperto dare un’occhiata agli artigiani che lavorano.

A meno di due chilometri da Winchcombe si trova il castello di Sudeley, che ha connessioni reali risalenti a oltre 1.000 anni fa.

Questo magnifico palazzo fu l’ultima dimora di Catherine Parr, sesta e ultima moglie di Enrico VIII. Il re Carlo I rimase al castello e suo nipote, il principe Rupert, stabilì qui il suo quartier generale durante la guerra civile.

L’interno del castello, restaurato dalla famiglia Dent in sontuoso stile vittoriano, contiene importanti quadri (Turner, Rubens, Van Dyck), arazzi, mobili d’epoca, costumi e giocattoli, e gli splendidi giardini includono un lago e molto altro. 

Come arrivare a Winchcombe del Gloucestershire?

Winchcombe si trova a meno di 10 km da Cheltenham, una volta arrivati li da Londra o da altre parti del paese, potete prendere l’autobus W1.

Booking.com
OffertaBestseller No. 1
Inghilterra e Galles
  • WILSON NEIL (Author)
Bestseller No. 2
Ironclad - il sangue dei templari
  • Amazon Prime Video (Video on Demand)
  • James Purefoy, Kate Mara, Brian Cox (Actors)
  • Jonathan English (Director)
OffertaBestseller No. 3
Inghilterra e Galles
  • Wilson, Neil (Author)

Ultimo aggiornamento 2020-07-07 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

rapporto

Scritto da admin

Autore per pagine generiche e di informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Piccoli cambiamenti al sito e ricerca collaboratori

Roberto afferma che dopo un ritardo il governo ha preso seriamente la crisi