La stazione di Barking esiste dal lontano 1854 quando era sulla Tilbury e Southend Railway e divenne parte della metropolitana di Londra solo nel 1902. La stazione che vedete ora fu costruita nel 1961 ed è considerata una delle stazioni migliori costruite nel Dopoguerra.

Barking si trova a est del fiume Roding poco prima che si butta nel Tamigi, nell’estremo est di Londra.

Foto: © Copyright Nigel Cox and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Non lontano dalla stazione si trovano ancora le rovine di Barking Abbey che risale al 666, qui Guglielmo il Coqnuistatore passò il suo primo  Capodanno in Inghilterra. L’abbazia fu dissolta dal Enrico VIII e usata come fattoria.

La chiesa di St Margaret of Antioch che si trova vicino all’abbazia fu aperta nel 1200 ed è la chiesa dove si sposò il Capitano James Cook, noto esploratore.

Non sappiamo con esattezza l’origine del nome Barking, quasi sicuramente di origine anglosassone, potrebbe voler dire posto delle genti di Berica o posto dagli alberi di betulle.

Barking un tempo era nota per la pesca

Incredibilmente per oltre 500 anni l’attività maggiore di Barking per oltre 500 anni era la pesca, infatti la flotta di barche di pescatori di questa zona era una delle più grandi del paese nel 1400-1500 ma l’inquinamento e la troppo pesca nel Tamigi resero questa attività sempre più difficoltosa già nel 1600.

Ma i pescatori di Barking non fecero altro che continuare a pescare più lontano. Nel 1800 la flotta di Barking  pescava nel Mare del Nord e si spostava fino alla Groenlandia e l’Islanda.

Ad un certo punto la flotta aveva oltre 200 barche e ci lavoravano quasi 3000 persone.

barkingIronicamente l’arrivo della ferrovia invece di dare vita alla zona contribuì al suo declino. Infatti come la ferrovia poteva raggiungere Barking, poteva anche raggiungere posti meno vicini a Londra ma più vicini al Mare del Nord come Yarmouth. Un forte temporale nel 1863 distrusse la maggioranza delle barche e provocò la morte di 60 pescatori  e segnò la fine vera della pesca a Barking.

Foto: © Copyright Glyn Baker and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

L’arrivo della metropolitana fece sviluppare la zona, infatti nel 1901 ci abitavano 21 mila persone e nel 1951 quasi 80 mila.  Una zona anche densamente industrializzata con la centrale elettrica più grande d’Europa (chiusa nel 1981). Negli ultimi decenni però molte fabbriche hanno chiuso o si sono trasferite altrove ed è in corso un progetto di rigenerazione economica.

Dal 1992 vi si trova anche la University of East London. Ci sono ancora numerosi quartieri di case popolari costruiti nel dopoguerra e Barking rimane una delle zone meno care di Londra per comprare o affittare casa.