joan didion

I libri di Joan Didion in italiano o inglese

Saggista e scrittrice americana nata in California nel 1934 e scomparsa recentemente. Era una delle voci più chiare della letteratura americana e non solo della seconda metà del ventesimo secolo, soprattutto per le sue rappresentazioni intransigenti della società americana. Iniziò a lavorare per Vogue negli anni ‘50 Tra gli anni ’60 e la fine degli anni ’70 si è confrontata con le realtà della controcultura degli anni ’60 e lo stile di vita di Hollywood. Quasi tutti i suoi libri e raccolte di saggi e articoli sono stati tradotti in italiano. Per chi volesse leggerli in lingua originale si tratta di una lettura piuttosta impegnativa e non adatta a chi non ha almeno un livello C1.

Responsabile di raccolte di saggi come Verso Betlemme. Scritti 1961-1968 , in cui il deterioramento della California degli anni ’60 arriva a rappresentare il declino di serietà degli USA e del mondo.

Questo è stato seguito da The White Album  (1979) e Joan Didion: The 1980s & 90s (LOA #341): Salvador / Democracy / Miami / After Henry / The Last Thing He Wanted Sentimental Journeys (1993; originariamente pubblicato come After Henry, 1992), dove porta la sua prosa laconica e il suo senso di disperazione culturale per scrutare tre città americane.

Ha pubblicato quattro romanzi, che trattano tutti delle difficoltà incontrate dalle donne in una società patriarcale: Play It As It Lays (1970) parla di una donna che ha un esaurimento nervoso.

Dopo una visita a San Salvador nel 1973, ha scritto Joan Didion: The 1980s & 90s (LOA #341): Salvador / Democracy / Miami / After Henry / The Last Thing He Wanted Salvador (1983), un libro che descrive il regime politico repressivo. Questo è stato seguito da Miami (1987), dove ha tracciato i tentativi delle comunità ispaniche emarginate di integrarsi nella società.

La Didion era sposta con John Gregory Dunne, anche lui scrittore e uomo di lettere. Didion ha iniziato a scrivere The Year of Magical Thinking  o L'anno del pensiero magico  , un racconto della sua risposta alla morte improvvisa di suo marito e alla grave malattia della figlia, Quintana Roo Dunne, il 4 ottobre 2004, e ha terminato il manoscritto alla vigilia di Capodanno. Documentando il dolore che ha vissuto dopo la morte improvvisa del marito, il libro è stato definito un “capolavoro di due generi: memorie e giornalismo investigativo” e ha vinto numerosi premi. Ha continua a scrivere saggi fino agli ultimi anni della sua vita.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Ultimo aggiornamento 2022-11-28 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Torna su