Se stai cercando una fuga dalla frenesia della città di Londra, non devi andare troppo lontano per trovare un angolo tranquillo dove rilassarti e goderti il paesaggio. Eel Pie Island è un tesoro nascosto del Tamigi, situato vicino a Twickenham, a soli 30 minuti di treno dal centro di Londra. Questo isolotto idilliaco è stato per molto tempo un luogo di ritrovo per artisti, musicisti e artigiani, che hanno trovato ispirazione nella sua bellezza naturale e nella sua atmosfera bohémien. In questo articolo esploreremo la storia e le attrazioni di Eel Pie Island, una destinazione unica che vale sicuramente una visita.

La storia di Eel Pie Island

Eel Pie Island ha una storia affascinante che risale al 16° secolo. Era conosciuta con il nome di Twickenham Ait e poi come The Parish Ait prima di assumere il nome attuale. Il nome “Eel Pie” deriva dalla tradizione secondo cui il re Enrico VIII visitava l’isola per gustare le torte di anguilla, una prelibatezza dell’epoca. Nel corso dei secoli, l’isola ha ospitato diversi proprietari e ha visto molte trasformazioni. Nel XIX secolo, molte delle case furono costruite per ospitare i lavoratori del molo. Nel 1889, l’isola divenne proprietà del Thames Electric and Steam Launch Company e fu utilizzata come deposito per le barche. Nel 1957, un nuovo proprietario trasformò l’isola in un hotel, l’Eel Pie Hotel, che divenne presto un luogo di ritrovo per musicisti emergenti e artisti alternativi.

L’Eel Pie Hotel e la scena musicale degli anni ’60

L’Eel Pie Hotel divenne rapidamente un centro della scena musicale degli anni ’60, ospitando artisti come The Rolling Stones, The Who, David Bowie e Pink Floyd. L’hotel aveva una grande sala da ballo che poteva ospitare fino a 500 persone, ed era famoso per i concerti e le serate di jazz e rock. Nel 1967, l’hotel venne chiuso per motivi di sicurezza, ma la sua reputazione continuò a crescere e divenne un luogo di pellegrinaggio per i fan della musica. Oggi, l’edificio dell’Eel Pie Hotel è stato convertito in appartamenti residenziali, ma la sua importanza storica rimane intatta.

L’arte e l’artigianato di Eel Pie Island

Oltre alla sua storia musicale, Eel Pie Island è anche conosciuta per la sua comunità di artisti e artigiani. Ci sono circa 50 case sull’isola, molte delle quali sono occupate da artigiani che producono opere d’arte uniche e di alta qualità. Tra le opere prodotte sull’isola ci sono dipinti, sculture, ceramiche e gioielli. Inoltre, ogni anno si tiene un festival d’arte sull’isola, in cui i visitatori possono ammirare e acquistare opere d’arte degli artisti locali. La comunità artistica di Eel Pie Island è sempre stata parte integrante della vita dell’isola e continua a ispirare visitatori da tutto il mondo.

Come visitare Eel Pie Island

Visitare Eel Pie Island è un’esperienza unica e rilassante. L’isola è accessibile solo a piedi o in barca, il che significa che non ci sono automobili o traffico. Si può arrivare all’isola seguendo il percorso lungo il Tamigi dal ponte principale di Richmond sul lato opposto del Tamigi dal centro di Richmond. La passeggiata è piacevole e offre una vista panoramica del fiume e dei parchi circostanti. Una volta arrivati sull’isola, i visitatori possono esplorare il villaggio, ammirare le opere d’arte degli artisti locali e godersi l’atmosfera unica dell’isola.

In seguito dovette chiudere e fu occupato da squatters (tante foto su questo sito)

 

Come arrivare a Eel Pie Island?

Partite da Petersham Meadows, costeggiate il Tamigi ed arrivate a Ham House, di fronte alla casa in riva al Tamigi si trova un cartello per il piccolo traghetto chiamato Hammerton’s Ferry.

Attraversate il Tamigi e proseguite dall’altra sponda, fino a quando arriverete all’entrata all’isola. Potete arrivare direttamente sulla sponda sud del Tamigi, quella di Twickenham, senza dover prendere il piccolo traghetto.

 

 

 

View Larger Map

 

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja