La verità sul tè pomeridiano in Inghilterra

Molti in Italia credono che alle cinque del pomeriggio tutti gli inglesi si fermano improvvisamente per bere il tè, possibilmente con biscotti. Questa è una leggenda metropolitana e vi spiego come stanno le cose veramente.

Il tè pomeridiano era un abitudine del 1800 quando cominciarono a cenare tardi e quindi dovevano fare merenda nel pomeriggio. C’erano deliziosi panini senza crosta tagliati in tondi o a forma di dita. Spalmati con burro dolce o aromatizzato alle erbe, farciti con fette sottili di cetriolo , prosciutto o salmone affumicato. Oppure i famosi scone con la panna rappresa e marmellata.

Bisogna precisare che questa era un abitudine solo delle grassi benestanti. Se si abitava a Downton Abbey o posti del genere si faceva sicuramente, ma i comuni mortali non facevano nessun tea di questo tipo. Tantomeno tutti i giorni. 

Ora se si vuole provare l’ebbrezza di un tè di questo tipo dovrete andare in qualche hotel o ristorante di lusso, molti a Londra e in altre parti del paese offrono un pacchetto per fare questa esperienza. Alla fine si tratta di una cosa turistica che molti inglesi non hanno mai provato. 

Quando sentite la gente comune  parlare di tea o high tea generalmente intende la cena, infatti il Cambridge Dictionary offre questa definizione per tea: “a meal that is eaten in the early evening and is usually cooked” Un pasto che si mangia presto di sera ed è normalmente cotto.

Quando qualcuno vi dice che vanno a casa a fare il tea, probabilmente mangiano un pie, un curry o una pizza e non di rado non vedono nemmeno l’ombra del tè.

Daniela Mizzi
Nel Regno Unito dal 1991, grande viaggiatrice e amante dell'avventura. Lavorato in diversi settori dall'amministrazione al settore pubblicitario.

Commenta

You may also like