Syon House è una meravigliosa dimora situata a Londra, appartenente al duca di Northumberland. Conosciuta per la bellezza delle sue stanze e per gli eventi turbolenti che vi sono accaduti, questa casa rappresenta uno dei migliori esempi di architettura e design neoclassico in Inghilterra. In questo articolo, esploreremo la storia e l’architettura di Syon House, con particolare attenzione ai dettagli dell’opera dell’architetto e designer scozzese Robert Adam. Scopriremo anche i tesori che questa dimora conserva, tra cui statue, manufatti e opere d’arte, e come questi elementi abbiano contribuito a definire uno stile che avrebbe influenzato la costruzione delle grandi case dell’epoca.

informazione e  biglietti

Storia di Syon House

La storia di Syon House è ricca di eventi turbolenti e violenti che risalgono alla metà del XVI secolo. Inizialmente, in questo luogo si trovava l’abbazia di Syon, che venne chiusa durante la dissoluzione dei monasteri voluta dal re Enrico VIII. Richard Reynolds, consigliere spirituale dell’abbazia, venne impiccato, prelevato e squartato per aver negato la supremazia reale del sovrano. Nel 1541, Catherine Howard, quinta moglie di Enrico VIII, fu imprigionata a Syon prima della sua esecuzione.

In seguito, la dimora passò nelle mani di Edward Seymour, duca di Somerset, la cui sorella Jane fu la terza moglie del re Enrico VIII. Seymour fece ricostruire la casa attorno a elementi dell’abbazia, prima di essere giustiziato nel 1552. Syon passò poi al primo duca di Northumberland, John Dudley, il cui figlio Guildford sposò la regina dei nove giorni, Lady Jane Grey. Quest’ultima fu convinta ad accettare la Corona dal duca nella Long Gallery di Syon, prima di essere giustiziata insieme al marito e al suocero. La dimora fu poi acquistata da Henry Percy, nono conte di Northumberland, nel 1594, e da allora è rimasta nella famiglia.

L’architettura e il design di Syon House

L’architetto e designer scozzese Robert Adam fu incaricato di creare una serie di interni neoclassici a Syon House nel 1762. Pieno di statue e manufatti spediti dall’Italia, questo progetto rappresentò una delle prime commissioni dell’architetto e designer e definì uno stile per le nuove grandi case in costruzione per il resto del secolo.

Ad Adam fu richiesto di rielaborare un palazzo Tudor che esisteva dal 1550, con interni datati e logori, ambientato in un paesaggio formale fuori moda. Non gli fu permesso di modificare la disposizione interna, ma applicò decorazioni neoclassiche e tecniche di design intelligenti per modernizzare e variare il senso delle proporzioni delle stanze.

La Sala Grande

La Sala Grande è stata realizzata per suggerire una basilica romana con colonne doriche, pavimenti in marmo bianco e nero e statue e busti, tra cui Socrate e Claudio. Questo ambiente è stato pensato per impressionare i visitatori con il suo grandioso design e la sua atmosfera solenne. Dalla Sala Grande si accede ad un cortile interno con giardino in stile italiano, che aggiunge ulteriore bellezza all’ambiente.

L’Anticamera dell’Aula Magna

L’Anticamera dell’Aula Magna forma un contrasto colorato rispetto alla Sala Grande, ospitando ulteriori statue romane e pannelli trofei dorati ispirati a Villa Madama a Roma. Questa stanza mostra la maestria dell’architetto nel combinare colori e decorazioni per creare un effetto impressionante.

 

untitled design 11

La State Dining Room

La State Dining Room ha colonne corinzie, decorate in bianco e oro, e le pareti della stanza hanno una tonalità rosa. Questa stanza è stata utilizzata per ospitare banchetti importanti e rappresenta un perfetto esempio di come la bellezza e la funzionalità siano state unite nell’architettura e nel design di Syon House.

Il Red Drawing Room e la Long Gallery

Il Red Drawing Room, un’anticamera della Long Gallery, ha arazzi scarlatti di seta Spitalfields, messi in risalto da un tappeto rosso decorato con un disegno di caprifoglio. Questa stanza ospita anche il ritratto di Carlo I di Sir Peter Lely, presumibilmente dipinto a Syon.

Nella Long Gallery, Adam ha sostituito l’ex spazio Tudor pesantemente rivestito in legno con un progetto caratterizzato da sessantadue lesene corinzie, dorate e dipinte, insieme a classiche modanature in stucco finali. I tondi della famiglia Percy corrono per tutta la lunghezza della stanza, con ritratti di duchi e duchesse da un lato e dei Conti di Northumberland dall’altro. La galleria ha anche due stanze nascoste nella torretta, o armadi, alle due estremità, una delle quali è decorata con stucchi colorati e completa di un orologio meccanico con uccello canterino.

Il Parco di Syon

I 200 acri di parco di Syon Park sono stati rielaborati da Lancelot “Capability” Brown per includere quello che è noto come un sereno giardino del piacere, contenente un lungo lago ornamentale. Il parco rappresenta un perfetto equilibrio tra bellezza e natura e offre uno spazio perfetto per passeggiare e rilassarsi.

Il Grande Giardino d’Inverno

Un altro tesoro di Syon House è il Grande Giardino d’Inverno, che presenta una facciata totale di 230 piedi e una cupola di vetro larga 125 piedi. Questa struttura è stata progettata per ospitare i fiori esotici del terzo duca di Northumberland ed è diventata un’ispirazione per il Crystal Palace di Londra.

 L’opera di Robert Adam e gli elementi conservati in questa dimora, come le statue e gli arazzi, hanno influenzato lo stile delle grandi case dell’epoca e hanno reso Syon House un simbolo di bellezza e grandezza. Il parco e il Grande Giardino d’Inverno sono ulteriori tesori che rendono Syon House un luogo magico e incantevole, che invita i visitatori a scoprire la sua storia e a immergersi nella bellezza del suo design.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja