Immagina di essere un cane, e di aver sentito il richiamo di un altro cane provenire da un albero vicino. Fai fatica a resistere alla tentazione di correre verso l’albero e cominciare ad abbaiare, ma quando arrivi lì scopri che il cane che cercavi non è affatto lì. Invece, il cane si trova in un altro luogo, probabilmente lontano dalla tua vista e fuori dal tuo raggio d’azione.

Questa è l’immagine che evoca l’espressione inglese “barking up the wrong tree”, che in italiano potrebbe essere tradotta come “abbaiare all’albero sbagliato”. In altre parole, significa fare una supposizione sbagliata sulle cause di un problema o sulla persona responsabile di una situazione.

Immagina di aver passato ore e ore cercando di risolvere un problema al lavoro, facendo affidamento su una teoria che sembra plausibile ma che alla fine si rivela sbagliata. Oppure immagina di aver cercato di convincere un amico a fare qualcosa che non vuole fare, pensando che sia la cosa giusta per lui, solo per scoprire che hai frainteso la sua posizione e che in realtà non era interessato.

In entrambi i casi, sei come il cane che abbaia all’albero sbagliato: hai messo tutta la tua energia e la tua dedizione in una cosa che alla fine si rivela essere una perdita di tempo. È frustrante, deludente e ti fa sentire come se avessi sprecato le tue risorse.

Ma la buona notizia è che puoi sempre imparare da questa esperienza. Magari la prossima volta che ti trovi a cercare una soluzione a un problema, ti prenderai il tempo di analizzare le tue ipotesi con maggiore attenzione, o magari la prossima volta che ti trovi a discutere con un amico, cercherai di ascoltare con maggiore attenzione la sua posizione prima di decidere cosa fare.

In ogni caso, ricorda che “barking up the wrong tree” non è una sconfitta, ma un’opportunità per imparare e migliorare. E alla fine, è solo un’altra parte del viaggio che è la vita.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja