La Duchessa di Argyll è stata una delle donne più scandalose della sua epoca. Figlia di un milionario scozzese e in parte educata a New York, aveva un appetito sessuale vorace e una propensione per gli uomini di tutte le età e di tutti gli strati sociali. Prima di diventare la terza moglie dell’undicesimo duca di Argyll, aveva già alimentato le colonne del gossip con la sua vita dissoluta.

La giovinezza della Duchessa

Foto: Allan warren, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia CommonsLa Duchessa, che non si curava delle convenzioni sociali, aveva perso la verginità all’età di quindici anni con l’attore David Niven. Ma non fu l’unico uomo a condividere la sua vita. Era stata fidanzata con il 7° conte di Warwick, corteggiata da un principe (Aly Khan), dal bisessuale George, duca di Kent e dal figlio di Lord Beaverbrook, Max Aitken; ma sembra che ci siano state anche molte avventure di una notte con chiunque sia venuto da lei!

Il primo matrimonio e le avventure extraconiugali

Il suo primo matrimonio (1933-1947) fu con Charles Sweeny, un giocatore di golf americano, da cui ebbe due figli. Ma questo non fermò la Duchessa dai suoi gusti eclettici. Ebbe rapporti con un banchiere del Texas e il curatore del Metropolitan Museum of Art. Insomma, era una donna che non si faceva scrupoli.

Il caso giudiziario e le Polaroid

Ma la Duchessa fu inserita in questo libro per il suo gusto per l’adulterio e il contenzioso quando il duca di Argyll fece causa per il divorzio nel 1963, introdusse un elenco di ottantotto uomini alla corte, inclusi ministri del governo e membri della famiglia reale. La prova era abbastanza salace da fare tutti i giornali nazionali. C’era il suo diario (apparentemente rubato dal duca) che elencava gli attributi fisici dei suoi amanti, come se, secondo il Daily Telegraph, “li stesse conducendo a un nuovo mercato”.

Ma la cosa più scioccante furono le fotografie Polaroid della Duchessa che indossava solo tre fili di perle e faceva un pompino a un uomo senza testa. Le fotografie non furono mai identificate con certezza, ma si pensava che l’uomo potesse essere l’attore Douglas Fairbanks Junior, il genero di Winston Churchill, Duncan Sandys o forse anche il Duca di Edimburgo.

Il caso giudiziario e il giudizio finale

Il caso giudiziario durò undici giorni, con il giudice che riassunse la Duchessa come “una donna completamente promiscua… totalmente immorale”. Non inaspettatamente, il Duca ottenne il divorzio, a seguito di un giudizio che ha raggiunto quasi la lunghezza di un romanzo più di 40.000 parole, una delle più lunghe della storia. Ma questo non fermò la Duchessa dalle sue avventure extraconiugali.

La fine della Duchessa

Gli anni ’70 erano pieni di feste sontuose per la Duchessa, ma alla fine fu costretta a vendere la sua casa in Upper Grosvenor Street nel 1978 per motivi finanziari. Prese residenza a Grosvenor House, ma non pagò l’affitto e fu sfrattata nel 1990. Alla fine, la Duchessa finì in una casa di riposo a Pimlico.

La Duchessa nei media

La Duchessa era Debuttante dell’anno e una delle dieci migliori vestite donne nel mondo. Anche lei, nei panni della signora Sweeny, era stata immortalata nelle parole della canzone di Cole Porter “You’re The Top” – l’ha rimata con “You’re Mus- solini’… ed è il signor Sweeny che è il suo compagno di morte, a Brookside Ceme- tery, Woking.” Ma la Duchessa sarà sempre ricordata per il suo stile di vita scandaloso e per il suo caso giudiziario che ha fatto la storia.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Optimized with PageSpeed Ninja